Condividi

Con l'entrata in vigore della legge sul divorzio breve ,è data la possibilità ai due ex coniugi di rivolgersi al Sindaco, in quanto ufficiale dello stato civile del Comune, di ratificare l'accordo di scioglimento del matrimonio. Così facendo l’assistenza di avvocati non è necessaria. Questa possibilità è resa possibile in assenza di figli minori o portatori di handicap o maggiorenni non autosufficienti e a condizione che gli accordi non contengano atti che non comportino il trasferimento di diritti patrimoniali. Dopo la prima audizione davanti al sindaco, marito e moglie dovranno presentarsi in Comune a distanza di 30 giorni, pena la nullità degli accordi presi e la decadenza della richiesta di divorzio.